Inflazione: cos'è e perchè combatterla - parte 1

Si parla di inflazione quando si verifica un aumento dei prezzi di beni e servizi, viceversa si parla di deflazione.

L’andamento dei prezzi viene calcolato utilizzando un paniere, una sorta di carrello della spesa virtuale in cui confluiscono diverse categorie di spesa (alimentari, abbigliamento, elettronica, cosmetica, ...) e che permette di rilevare i prezzi al consumo per la collettività e per le famiglie.

L’evoluzione dell’inflazione è un elemento fondamentale di ogni economia: le Banche Centrali hanno il compito di tracciare la rotta e gli effetti ricadono sui consumi e sugli investimenti di famiglie e imprese.

Perché è così importante?

Un aumento dei prezzi, e quindi inflazione, determina una diminuzione del potere di acquisto: ovvero con gli stessi 10 euro non si possono più comprare gli stessi beni e servizi che si sarebbero comprati tre anni prima. Pensiamo ad un oggetto che abbiamo in tanti: l’iphone.

In Italia il primo iphone fu il 3G nel 2009 con un costo di 569€ per il modello più performante; oggi l’iphone 11 Pro, top di gamma ha un prezzo di 1690€. In 11 anni un aumento del 197%. È un calcolo abbastanza semplicistico perché non tiene in considerazione altri aspetti ma lo ritengo utili per trasmettervi il concetto generale.

Ma allora l’inflazione è da considerarsi qualcosa di negativo? Dipende!

È negativa quando raggiunge livelli elevati perché la moneta si svaluta (perde di valore) e chi ha un reddito/stipendio fisso si impoverisce perché saranno sempre meno i prodotti che potrà acquistare.

Inoltre aumenti continui ed elevati di inflazione possono determinare una pericolosa spirale inflazionista: i prezzi aumentano, i lavoratori richiedono maggiori stipendi per poter acquistare, salari maggiori comportano costi maggiori per l’impresa che aumenterà i prezzi dei prodotti e così via con una rincorsa senza fine.

L’inflazione è da considerarsi positiva quando rimane ad un livello contenuto, perché indica che l’economia cresce ma in modo controllato ed equilibrato. Le aspettative di aumento dei prezzi, infatti, inducono a non rimandare gli acquisti da parte delle famiglie, le imprese faranno investimenti e produrranno di più perché si aspettano un incremento delle vendite; di conseguenza gli stipendi si adegueranno al costo della vita.

Concludiamo questo prima puntata sul tema dell’inflazione affermando tre concetti:

- l'inflazione rappresenta una variazione percentuale in aumento o in diminuzione dei prezzi;

- non è in assoluto un male: se controllata, infatti, è sintomo di crescita economica;

- attraverso l’esempio di come è variato nel corso degli anni il prezzo di un iphone dovremmo aver già intuito l’importanza di non sottovalutare l’andamento dei prezzi e del perché è importante difenderci dall'inflazione.

Nella prossima puntata vedremo ulteriori aspetti, a sabato prossimo e ricordate: investire è costruire!


Post recenti

Mostra tutti